Giornata della NATURA : riconoscimento e raccolta erbe spontanee.

Erbe spontanee , un dono della terra : riconoscerle e conoscerne  gli usi e i benefici.

Non trovi il prezzo? Nessun segreto!
Semplicemente questa proposta
prevede un’offerta del tutto personalizzata:
clicca per avere la tua quotazione!

Categorie:

L’uomo nasce raccoglitore. Le uniche fonti di nutrimento dei primi uomini risiedevano proprio nei doni offerti dalla natura ed i primi reperti rinvenuti sono dei gusci di Sambuco.

Il legame con la terra è sempre stato forte per l’essere umano, in ogni epoca storica ma oggi si è un po’ perso e con esso la nostra conoscenza di esso.

Proponiamo quindi una passeggiata con riconoscimento di alcune piante ed erbe officinali spontanee e approfondimenti sulle loro proprietà e utilizzo a cura di esperti.

L’intento è quello di riscoprire, attualizzare e mantenere le potenzialità dello strumento agricolo nella ricostruzione comunitaria e sviluppo dei territori, in sinergia con i benessere psico-fisico delle persone che li abitano.

 

L’associazione Accademia di Benesserologia-la Medicina che integra, realizza questi incontri nell’ambito del progetto di agricoltura sociale, attivo dal 2017, con questa mission : ” l’intento è quello di riscoprire, attualizzare e mantenere le potenzialità dello strumento agricolo nella ricostruzione comunitaria e sviluppo dei territori, in sinergia con il benessere psico-fisico delle persone che li abitano.”

 

“Il raccoglitore di erbe spontanee in genere non è un laureato, non ha studiato più di qualche mese in biblioteca ma ha passato anni all’aria aperta, annusando il profumo intenso dei primi fiori primaverili e degli ultimi frutti autunnali. Ha toccato con mano e spezzato migliaia di piccoli fusticini di piante. Ha osservato le piccole gemme degli alberi sbocciare. È un botanico, un abile conoscitore, ma prima di tutto è un amante della natura e dei suoi doni. Non è quasi mai un tecnico, non conosce strutture chimiche, non usa materiali all’avanguardia ma vive tra i prati, tra le gole delle montagne, tra i boschi e da migliaia d’anni si muove con abilità e con occhio guardingo in ogni ambiente naturale. È ancora in possesso della vera essenza della medicina naturale, si pone con riverenza verso una pianta che dona sollievo e guarigione, la raccoglie nelle giuste quantità, la osserva, la pulisce e la prepara immedesimandosi nella pianta e scoprendone i poteri più incredibili.” Giuseppe Catania

A seguire PRANZO con prodotti tipici locali.

Condividi se lo trovi interessante!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on telegram
Share on email