ALTAVIA DEI MONTI LIGURI

440 km di sentieri e mulattiere che si snodano tra monti e valli collegando le 2 estremità della riviera ligure. Itinerario perfetto per tutti : avventura , tranquilli week end a contatto con la natura, per la famiglia in gita domenicale.

Non trovi il prezzo? Nessun segreto!
Semplicemente questa proposta
prevede un’offerta del tutto personalizzata:
clicca per avere la tua quotazione!

Ai turisti distratti la Liguria puo’ sembrare essenzialmente una terra di marinai e pescatori, per il fatto che è affacciata sul mare e le sue località più note e turistiche sono tutte costiere.In realtà la Liguria è sopratutto una regione di montagna, di montagne non particolarmente elevate e quindi percorse e abitate dall’uomo fin dai tempi remoti.
Per gli antichi Liguri  o Celto Liguri, (antichisssimo popolo di origine pre-indoeurupea di cultura celtica e da cui siamo fierissimi di discendere )  la montagna ha rappresentato il rifugio sicuro per scampare a nemici più forti do loro. E dalla montagna o Liguri hanno imparato a trarre sostentamento, prima con la caccia e la pastorizia, poi addomesticando le rupi con lunghe sequenze di terrazze coltivate.
Sui monti della Liguria si trovano innumerevoli tracce dell’antica frequentazione umana : terrazzamenti, cascinali, casoni di pietra, ripari, chiese, cappelle, fontane e soprattutto una ragnatela di sentieri e mulattiere sui fianchi e sulle creste delle montagne. Anticamente le vie principali si sviluppavano lungo gli spartiacque, mentre i fondovalle, tortuosi e poco sicuri per via di frane, allagamenti e agguati i briganti, venivano accuratamente evitati.
La situazione è cambiata in tempi relativamente recenti, con l’avvento delle strade carrozzabili e dei mezzi a motore. Molti sentieri sono stati abbandonati e rapidamente cancellati dal ritorno della vegetazione spontanea. Molto altri sono stati recuperati, ripuliti e segnalati con segnavia di vernice, ad opera deo volontari delle Federazione Italiana Escursionismo e del Club Alpino Italiano. Le antiche mulattiere, un temo percorse per necessità dai mercanti, dai contadini e dai taglialegna, oggi sono seguite per diletto da centinaia di escursionisti. Grazie alle quote piuttosto moderne e alla relativa uniformità delle dorsali montuose, la Liguria offre lunghi
e panoramici percorsi di cresta, accessibili a tutti gli escursionisti in molti periodi dell’anno, in vari casi anche in pieno inverno.
E’ giustamente famosa l’Alta Via dei Monti Liguri, che percorre tutto l’arco montuoso da La Spezia a Ventimiglia (o viceversa).
L’Alta Via non è soltanto uno straordinario percorso escursionistico lungo più di 400 km; è anche, e sopratutto, la spina dorsale di una vasta e articolata rete di sentieri segnalati che abbracciano l’intera regione, collegando i paesi costieri con l’entroterra e con le cime dei monti. Si tratta di itinerari di notevole interesse escursionistico, panoramico e naturalistico. I sentieri descritti possono essere combinati fra loro in mille modi diversi : utilizzando i mezzi pubblici, treni e corriere , si possono effettuare belle traversate di uno o più giorni sui monti della Liguria. In genere i sentieri sono ben tracciati, l’unico vincolo è dato dalla disponibiltà
delle strutture ricettive, che a volte sono aperte solo d’estate e quindi bisogna informarsi bene prima di partire.
Per chi non ama le lunghe traversate si possono estrapolare molti, bellissimi itinerari da percorrere in poche ore, partendo dai numerosi valichi raggiungibili in auto e arrivando sulle cime più vicine.

Condividi se lo trovi interessante!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on telegram
Share on email